LA “SIGNORA DELLE GALASSIE” È UNA SCIENZIATA VERCELLESE CHE LAVORA IN WISCONSIN

Le ricerche e le scoperte di Elena D’Onghia: l’ultima è di un flusso gigante di gas intorno alla Via Lattea

La stella dell’Italia si accende e brilla sull’America grazie al talento di una scienziata vercellese. Elena D’Onghia, con un gruppo di ricercatori del Wisconsin di cui fa parte e con i «colleghi» del Telescopio Spaziale Hubble, ha fatto un’importante scoperta che nasce dall’osservazione di un flusso gigante di gas intorno alla Via Lattea. La ricerca riguarda la misura della composizione chimica «e – come spiega Elena D’Onghia” questo gas, di cui stiamo studiando l’origine, nei prossimi millenni ricadrà sulla nostra galassia, genererà nuove stelle come il sole e nuovi pianeti come il nostro sistema solare».

Parla di galassie, della Grande e Piccola Nube di Magellano, di anni luce, di vita e di universo la ricerca che è stata pubblicata sull’Astrophysical journal. Elena D’Onghia, professore associato all’Università del Wisconsin, nell’autunno sarà per un semestre ad Harvard e, nel 2019, al centro Simons di New York. Di Vercelli le mancano i genitori, i cugini, gli amici con cui П cresciuta, ma questa ricercatrice stregata dal cielo, che ama la poesia «I limoni» di Montale e conosce perfettamente quattro lingue, П una cittadina del mondo.

«La ragazza con la valigia», la chiamano mamma Tina, parrucchiera in pensione, e papИ Piero, artigiano, che hanno sempre appoggiato la figlia. E un po’ si commuovono quando raccontano che «Elena” si П fatta da sola, andando avanti con le sue capacitИ e le borse di studio. Grinta e determinazione non le sono mai mancate. GiИ da bambina aveva questa passione per il sole. Vedeva sui libri la “grande palla di fuoco”, la osservava e voleva approfondire. Leggeva e si informava sui volumi delle enciclopedie».

Dopo il diploma alle Magistrali, la scelta di iscriversi alla facoltИ di Fisica a Torino, dove la vercellese si laurea con il massimo dei voti. Ma è solo l’inizio, perché subito dopo ci sono il dottorato di astrofisica a Milano e l’osservatorio di Merate. E soprattutto c’è quell’universo che Elena D’Onghia vuole conoscere sempre meglio. Con le borse di studio, anche quella prestigiosa intitolata a Madame Curie, va all’estero dove si distinguerИ anche qui per i risultati: CittИ del Messico, Monaco di Baviera, Heildelberg, Zurigo, Boston in quella che è definita la «cupola della scienza», l’università di Harvard e Madison, la città dei 4 laghi. «L’America investe moltissimo sui giovani ed il merito П sempre premiato. Ecco perché ci sono tanti cervelli in fuga dall’Italia».

Oltre alla raccolta di poesie di Montale, la scienziata vercellese ha tra i tanti suoi libri un volume dedicato alla vita di Enrico Fermi «uomo italiano straordinario che ha trascorso gran parte della sua vita a Chicago». Tempo per sО Elena ne ha poco, ma quando puШ si dedica agli amici e alla pittura. «Mi manca moltissimo – dice – l’aperitivo prima di cena, che in America e in qualunque altro luogo dove io sia stata non c’è o comunque non è la stessa cosa». E quando torna a Vercelli questa donna tosta, forte e studiosa, che da ragazzina П stata portacolori della Ginnastica Pro Vercelli, trova le coccole: «Una teglia di parmigiana c’è sempre – conclude la mamma -. Poi Elena adora il pesce e le verdure. Averla con noi, anche solo per pochi giorni, П una festa».

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

CONTATTI

We're not around right now.

Sending

©2018 Osservatorio Galilei Tutti i diritti riservati. Relizzazione Web

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account

Vai alla barra degli strumenti

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca il link seguente per consultare la documentazione su cookie e GDPR maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo e la relativa informativa GDPR.

Chiudi