“Sempre si studiò di essere, e poco si curò di parere: e tale assoluta sincerità apportò pure nei suoi lavori scientifici, nei quali tutto è coscienza e solidità. Possa l’Italia nuova vantare molti uomini simili a lui” Con queste parole G.V. Schiaparelli (835-1910) conclude la commemorazione di Ercole Dembowski su “La Natura” numero 5 , Milano 1884 (Rivista quindicinale).

Il Dembowski nasce a Milano il 12 gennaio 1812, suo padre era originario di una nobile famiglia polacca, rimase presto orfano ed a tredici anni entra nel Collegio della Marina Austriaca a Venezia. Passò a vita privata nel 1843 e si stabilisce a Napoli ed inizia ad approfondire gli studi astronomici con l’aiuto ed i consigli di Antonio Nobile (1794-1863), astronomo dell’Osservatorio di Capodimonte, allora diretto da Ernesto Capocci (1798-1864). L’amicizia tra Dembowski e Nobile fu un bellissimo esempio di aiuto da parte di un professionista ad un amatore di astronomia, quale era il Dembowski che conserverà sempre una cara memoria di Nobile. I due collaborarono tra il 1849 ed il1858 per la determinazione della differenza di longitudine fra l’Osservatorio di Copodimonte e la piccola specola privata di Dembwski di San Giorgio a Cremano vicino a Napoli.

In seguito ordinò a Merz di Monaco un rifrattore equatoriale di 19 centimetri di apertura completo di micrometro. Si trasferì da Napoli in Lombardia nei pressi di Gallarate; ivi costruì il suo secondo Osservatorio. Fu un grande osservatore e misuratore di Stelle Doppie; il suo lavoro fruttò oltre 21.000 misurazioni di Stelle Doppie con grande precisione tanto che lo Schiaparelli sentenzia che il Dembowski ottenne un risultato migliore di altri che usavano strumenti maggiori.

Tutte le misure di Dembowski furono pubblicate, dopo la sua morte, nel 1883 in due volumi dell’editore Salviucci di Roma con il titolo di “Misure Micrometriche di Stelle Doppie e Multiple” a cura dell’Accademia dei Lincei. In Cielo Ercole Dembowski è ricordato con il pianetino 349 (Dembwska) e con un particolare cratere lunare nei pressi del cratere Godin.

URANIO

CONTATTI

We're not around right now.

Sending

©2019 Osservatorio Galilei Tutti i diritti riservati. Relizzazione Web

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account

Vai alla barra degli strumenti

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca il link seguente per consultare la documentazione su cookie e GDPR maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo e la relativa informativa GDPR.

Chiudi