Una estate memorabile, una Cometa ed una Nova, siamo nel 1975.

Mi trovavo a Berbenno, in Valle Imagna, nelle Prealpi Bergamasche a circa 700 metri di altezza sul livello del mare. Il 20 luglio 1975 sera dopo parecchie e varie osservazioni fatta con il Celestron da 8″, mi sono dedicato ad una passeggiata fra le stelle del Cigno con il mio fedele binocolo 7 X 50, che uso e possiedo tuttora. Alle 23 di UT ecco apparire nel campo del binocolo un batuffolo di luce, penso subito ad un ammasso di stelle, ma mi accerto con le mie carte celesti, il Lacchini e il Norton, che non esistono oggetti simili in zona.

La scoperta avviene in posizione circa 19h 35m e +40° 30′ (1950.0) nella costellazione Del Cigno al confine con la Lira, presentava un diametro di circa 15′ ed una magnitudine visuale di 4.5. Era la Cometa 1975h ovvero la Kobayashi-Bergen-Milon, ora C/1975 N1, scoperta il 2 luglio da Kobayashi (Japan), di seguito poi avvistata da Bergen (USA) e da Milon (USA), vviamente non lo sapevo, le comunicazioni senza PC e telefonino non potevano arrivare in quei anni, ormai lontani, in quel paesino sperduto nel bergamasco.

Ricordo ancora la grande, illusoria, emozione di quella notte indimenticabile. Poi in agosto del medesimo anno mi trasferisco con la famiglia a Cattolica (Forlì) il 30 sera mentre

passeggio sul lungomare decido di dare una sguardo al cielo, in particolare al Cigno (ancora!) nel quale avevo visto la cometa il mese prima, ma…….non mi trovo non riconosco i vari asterismi come mai? Poi mi impegno e noto che vicino a Deneb c’era una stella simile a questa, ma a me sconosciuta come appartenente al Cigno, era una Nova (ora V1500 CYG), mi aveva sconvolto il fatto di non riconoscere il cielo a me notissimo. Basta una stella in più o in meno per cambiare la sagoma delle costellazioni. Questa Nova fu scoperta da molti altri astronomi ed astrofili ad iniziare dal 29 agosto raggiunse quasi subito la magnitudine visuale massima di 1.7 (21h 11m , +45° 56′ , 2000.0).

Due scoperte indipendenti nella medesima estate, non sono mica male, e l’emozione c’era tutta come se fossero state delle vere e proprie scoperte originali.

URANIO

CONTATTI

We're not around right now.

Sending

©2019 Osservatorio Galilei Tutti i diritti riservati. Relizzazione Web

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account

Vai alla barra degli strumenti

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca il link seguente per consultare la documentazione su cookie e GDPR maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo e la relativa informativa GDPR.

Chiudi