• Rivoluzioniamo le Stagioni !

    Ma perché l’estate inizia, per convenzione, il 21 giugno , quando all’indomani le giornate cominciano già ad accorciarsi ? E l’inverno  al 21 dicembre quandoil freddo ci ha già raggiunto da tempo. La proposta sarebbe  che le stagioni dovrebbero avere il centro e non l’inizionei giorni sopra considerati.Pertanto l’equinozio di primavera va posizionato come giorno centrale della primavera ed il

    Read more

  • Ricordo di un astrofilo del passato : Isidoro Baroni (1863-1930)

    Isidoro Baroni nasce in Carnia ad Ovaro in provincia di Udine il 17 aprile 1863.Come tutti gli amanti  dell’astronomia , anche il piccolo Isidoro seguiva con curiosità il corso degli astri e metteva spesso in imbarazzo con domande il suo maestro delle elementari. Insoddisfatto dei suoi insegnanti cominciò a procurarsi dei libri di astronomia, e si ritenne fortunato di aver trovato il vecchio “Trattato

    Read more

  • Ricordando Camille Flammarion

    Questa nota è scritta particolarmente per i giovani astrofili, i quali con internet e le tecnologie connesse ( CCD, Web Cam, Telescopi Remoti ecc.) forse hanno lacune in toria dell’astronomia amatoriale, e Camillo Flammarion è stato il tipico astrofilo fai da te, che ha divulgato la scienza astronomica in tutta Europa, tra la fine del XIX secolo ed il principio del secolo XX.Flammarion

    Read more

  • Riconosciamo le Stelle Variabili: La nomenclatura

    Quando una stella variabile non possiede già un nome come per esempio Beta Persei o Delta Cephei (famose variabili), una stella variabile viene indicata con una lettera a partire dalla R , seguita dal nome latino della relativa costellazione. Metodo proposto da F. W. Argelander (1799-1875). Si iniziò con la R in quanto molte variabili sono di color rosso,tale lettera

    Read more

  • Remigio Del Grosso (1813-1876) un poeta astronomo dimenticato.

    Remigio Del Grosso nasce il 20 maggio 1813 a Colle Sannita in provincia di Benevento e fu ordinato prete nel 1837.  Nel 1840 fu alunno astronomo nell’Osservatorio di Capodimonte di Napoli e collaborò con Annibale De Gasperis (1819-1892) scopritore di ben nove pianetini fra i quali Partenope (11) l’11 maggio 1850. Fu a Firenze nel 1843 come astronomo aggiunto alla

    Read more

  • Quel Cielo di Lombardia, così bello quand’è….

    Quel Cielo di Lombardia, così bello quand’è bello, così splendido, così in pace”. In tale modo Alessandro Manzoni (1785-1873) si esprime ne “I Promessi Sposi” circa il cielo di Lombardia, questo per introdurre un argomento astronomico che il Manzoni tratta nel XXXII capitolo, quando attribuisce alla cometa apparsa nel 1628 la causa della peste, unitamente alla congiunzione di Saturno con

    Read more

  • Quattro date (del Calendario Giuliano!) e Tycho Brahe.

    Ho sempre avuto una spiccata simpatia per l’astronomo danese Tycho Brahe (1546-1601), da sempre sono stato affascinato da questo mitico personaggio, l’ultimo astronomo che osservava senza telescopio, molto importante per la storia dell’astronomia. Ho allora voluto ricordare quattro date delle sue avventure astronomiche: -21 agosto 1560: il tredicenne Tycho osserva un parziale eclisse di Sole che risveglia la sua già

    Read more

  • Quante sono state le Comete visibili di giorno?

    Dalle mie ricerche storiche sono state quattordici le comete sicuramente visibili durante il giorno,ovvero visibili con il Sole sopra all’orizzonte e senza alcun ausilio ottico, quindi ad occhio nudo, in lingua inglese “in broad daylight”. Può essere visibile di giorno una cometa che raggiunge una magnitudine apparente superiore alla-4 , che è la magnitudine di Venere. La più antica accertata è quella del

    Read more

  • Quale Universo ?

    Per parecchi anni rimase il grosso dubbio : Universo del Big Bang od Universo Stazionario !George Lemaitre (1894-1966) considerò le osservazioni di Edwin Hubble (1889-1953) di un Universo in espansione come prova che il modello di creazione del Big Bang fosse corretto. Albert Einstein (1879-1955) cambiò la sua idea originaria e sostenne il modello del Big Bang. Mentre la maggior

    Read more

  • Oramai è una osservazione antica: 5 gennaio 1981.

    Alle ore 17 e 30 minuti di Tempo Universale del 5 gennaio 1981 mi chiama al telefono Marco Cavagna (1958-2005) e mi comunica che ha scoperto da casa una cometa luminosa, di quarta magnitudine, nella costellazione boreale dell’Aquila. Subito dopo parte per la Posta Centrale per inviare un telex per la International Astronomical Union che pubblica le circolari astronomiche, allora

    Read more

CONTATTI

We're not around right now.

Sending

©2019 Osservatorio Galilei Tutti i diritti riservati. Relizzazione Web

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account

Vai alla barra degli strumenti

Navigando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca il link seguente per consultare la documentazione su cookie e GDPR maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo e la relativa informativa GDPR.

Chiudi