APAN

La Storia dell'Associazione e dell'Osservatorio

 

Il Centro Astronomico di Suno ha come scopo di :

  • promuovere studi, conferenze, dibattiti nel campo delle scienze fisiche e naturali, con particolare evidenza, per le Scienze astronomiche
     
  • gestire un Osservatorio Astronomico ad uso dei Componenti l'Associazione nonchè degli studiosi, che ne facciano espressa richiesta
     
  • gestire una biblioteca a carattere scientifico
     
  • pubblicare i risultati degli studi dei propri Soci.

Il Centro è sorto su iniziativa di un gruppo di appassionati che si è costituito in Associazione nel marzo del 1968.

Nel corso degli anni, è stato individuato un terreno sul quale si è iniziata la costruzione del Centro Astronomico, composto da una specola contenente il telescopio principale e da un fabbricato annesso, con una sala per conferenze, i servizi e i laboratori.

La specola è formata da una torre cilindrica in muratura avente un diametro ed un'altezza di 6 metri; alla sommità è installata una cupola metallica emisferica dal diametro di m. 4,50, entro la quale sono posti gli strumenti ottici.

Tale cupola è montata su un binario circolare, al fine di poter essere ruotata in ogni direzione; vi si accede da una scala interna;

l'apertura di un portello scorrevole verticalmente permette di osservare tutte le zone del cielo.

All'interno è installato il telescopio principale dal diametro utile di 400 mm. in montatura equatoriale a forcella, munito di movimenti con motori stepper a controllo numerico, atti a seguire il moto apparente degli astri, permettendo sia l'osservazione diretta sia l'acquisizione di immagini a lunga posa mediante autoguida.

Sulla montatura equatoriale a forcella sono installati anche altri strumenti, quali un telescopio riflettore dal diametro di 200 mm - usato per la guida, un rifrattore APO da 127 mm., alcuni cercatori.

La specola è entrata in funzione negli ultimi mesi del 1985, in coincidenza con il ritorno della cometa di Halley.

Negli anni successivi sono proseguiti i lavori di completamento del telescopio e delle strutture del Centro, che risulta ora completamente operativo. La strumentazione è stata adeguata alle più recenti innovazioni tecnologiche, quali:

  • programmi di controllo dei movimenti del telescopio con sistema FS2 per il puntamento degli oggetti - camere elettroniche (CCD) - accesso diretto a carte celesti computerizzate, ecc. motorizzazione e automazione della rotazione sincrona della cupola.

 

Newsletter e Bollettino

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato sulle nostre attività e ricevere il bollettino quindicinale.

Contatti

Community

La community. Seguici anche su:

 

Privacy